Domenico Fontana a Napoli 1592-1607: le opere per la committenza vicereale spagnola

Paola Carla Verde

Resumen


Domenico Fontana nel 1592, dopo la morte di papa Sisto V, accetta l 'incarico del viceré di Napoli conte di Miranda per occuparsi della bonifica della campagna a nord di Napoli en el 1593 gli viene conferito l'ufficio di regio ingegnere. Il Fontana viene interpellato anche per la realizzazione del canale per convogliare le acque del fiume Sarno fino alla città di Torre Annunziata. Il successivo viceré conte d'Olivares gli affida la realizzazione di nuovi assi viari e larghi quali la via Olivares - dal molo grande al piccolo - la via Gusmana - dal baluardo dell'Alcala all'Arsenale - il largo di Castello e il largo delle Pigne nonché la realizzazione del nuovo porto (progetto mai portato a termine). Il Fontana realizzò anche due apparati effimeri: i catafalchi per le esequie di Filippo II ( 1599) e del viceré Lemos (1601). Proprio per il viceré Lemos realizza l' opera piu significativa della sua carriera di architetto maggiore del Regno: il nuovo Palazzo Reale. Il Fontana muore a Napoli il 28 giugno 1607, nella sua casa di via Nardones nei pressi del largo di Palazzo Reale, lasciando ai suoi eredi (alla moglie lsabella e ai figli Sebastiano, Giulio Cesare, Costanzo, Filippo, Olimpia, Felice e Flavia) un cospicuo patrimonio di beni mobili e immobili come si è desunto dal testamento olografo rinvenuto nell' Archivio di Stato di Napoli di cuisi riporta la trascrizione nell' appendice documentaria.

English

Following the death of Pope Sisto V in 1592, Domenico Fontana is appointed by the count of Miranda, also viceré of Naples, to clear the country side in the north of Naples and, in 1953 he is formally appointed as the regal engineer. Fontana is then consulted to realize a channel to drain the waters from the Samo river through the city of Torre Annunziata. The next viceré, count d Olivares, hires Fontana to realize new and important streets such as Olivares street, connecting the large wharf to the little one, and Gusmana street, from the bastion of the Alcalá to the Armery. Furthermore, he created Largo di Castello and Largo delle Pigne and designed the new sea port, a project however that was never brought to completion. Fontana realized two mortuary altars for Philip II (1599) and viceré Lemos (1601). lndeed is on behalf of viceré Lemos that Fontana realizes his architectural masterpiece, the new Royal palace. Fontana dies in Naples on June 28th 1607 in his home in Nardones street near the royal palace. He left to his heirs (his wife 1sabella and the son Sebastiano, Giulio Cesare, Costanzo, Filippo, Olimpia, Felice e Flavia) a large inheritance both in terms of liquid assets and real estates as it was inferred from the holographic will kept in the State Archives of Naples (refer to the appendix).


Texto completo:

PDF

Enlaces refback

  • No hay ningún enlace refback.


Copyright (c) 2015 Anuario del Departamento de Historia y Teoría del Arte

Anuario del Departamento de Historia y Teoría del Arte

Licencia de Creative Commons

ISSN versión impresa: 1130-5517

ISSN versión electrónica: 2530-3562